Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti. Proseguendo nella navigazione ne acconsenti l'uso - Per maggiori informazioni clicca qui.

Omega 3

Discussioni sulla scelta e l'assunzione di integratori, vitamine e proteine.
Regole del forum
Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo: non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli medici. Leggi il regolamento del forum

Re: Omega 3

Messaggioda frank.rullo il 9 giu 2013, 19:56

frank.rullo
Average Member
Average Member
 
Messaggi: 100
Iscritto il: 15 dic 2011, 17:46
Località: la spezia

Re: Omega 3

Messaggioda BIKER40 il 13 giu 2013, 8:52

(13-06-13) Omega-3: protezione a dializzati da morte improvvisa



L’olio di pesce protegge i dializzati dalla morte improvvisa. Ecco le
inconsuete conclusioni di uno studio apparso su Kidney international che ha
coinvolto 400 ammalati di insufficienza renale grave sottoposti a emodialisi,
di cui 100 deceduti per morte cardiaca improvvisa durante il primo anno dall’
inizio della procedura di purifica del sangue. Finora, infatti, gli acidi
grassi insaturi, i cosiddetti omega-3, erano noti per i loro effetti benefici
sul cuore, ma nessuno aveva studiato la loro efficacia nella dialisi, una delle
maggiori cause di morte improvvisa. Dice Allon Friedman, professore associato
di medicina presso la Divisione di nefrologia della Scuola di medicina dell’
Università dell’Indiana, nonché primo autore dello studio: «La presenza di
elevate concentrazioni di acidi grassi omega-3 nel sangue dei pazienti che
iniziavano l’emodialisi era strettamente legata a un basso rischio di morte
cardiaca improvvisa nel primo anno di terapia». E secondo Friedman i risultati
sono così evidenti da richiedere future conferme con trial clinici controllati.
«La sopravvivenza a 5 anni per i pazienti in emodialisi si attesta intorno 35
per cento, con un rischio di morte più alto nei primi mesi del trattamento»
prosegue il nefrologo statunitense, il cui lavoro è stato finanziato dai
National institutes of health e dalla National kidney foundation. La causa più
comune di morte in questi pazienti è appunto la morte cardiaca improvvisa, che
dà conto all’incirca di un decesso su quattro. «Il tasso annuo di morte
cardiaca improvvisa negli emodializzati arriva al 6-7 per cento, superiore
anche a quello osservato nei pazienti con insufficienza cardiaca» rimarca
Friedman, sottolineando che i suoi dati potrebbero essere il primo passo verso
l'identificazione di un possibile trattamento per la morte cardiaca improvvisa
nei pazienti in dialisi. Ma non solo: «Dato che alte quantità di omega-3 sono
contenute in alcuni alimenti quali i semi di lino e l’olio di semi di lino e
pesci come salmoni, sgombri e sardine, i nostri risultati hanno importanti
implicazioni anche per il tipo di dieta da suggerire ai pazienti in dialisi»
conclude il nefrologo.

Fonti:
KIDNEY INT. 2013 FEB 6. DOI: 10.1038/KI.2013.4. [EPUB AHEAD OF PRINT]
doctornews33
Le malattie non ci piovono addosso dal cielo,
Sono il risultato di piccoli e quotidiani peccati che compiamo contro la Natura.
Quando si accumula una quantità sufficiente di peccati, le malattie appaiono improvvisamente.
Ippocrate.
Avatar utente
BIKER40
Honorary Member
Honorary Member
 
Messaggi: 19129
Iscritto il: 27 set 2005, 11:48
Località: Umbria

Re: Omega 3

Messaggioda BIKER40 il 17 giu 2013, 10:42

(17-06-13) Gli Omega-3 contrastano i danni del sole sulla pelle.


Gli Omega-3 sono una delle parti costitutive più importanti delle pareti nelle cellule della pelle, ed aiutano la cute a non perdere acqua.

In questo modo la pelle è meno soggetta ad infiammazioni, più elastica, con un aspetto più giovane.
Favoriscono inoltre il trasferimento della melanina nell'epidermide, per una pelle più protetta ed una abbronzatura intensa.

In aggiunta a tutto questo, un recente studio dell'Università di Manchester ha evidenziato che una integrazione regolare di Omega-3 riduce della metà il fattore di rischio di sviluppo di tumori come carcinomi e melanomi.

In particolare gli Omega-3 combattono l'immunosoppressione indotta dai raggi solari, la quale riduce la capacità della pelle di contrastare il cancro e le infezioni.

I 79 volontari che hanno partecipato allo studio, finanziato dall'Association for International Cancer Research, hanno assunto 4 g al giorno di Omega-3, e sono stati esposti fino a 30 minuti al giorno all'equivalente di una luce solare estiva.

La capacità della pelle di contrastare cancro ed infezioni è stata del 50% più alta nei volontari che avevano assunto Omega-3, rispetto a coloro ai quali era stato somministrato un placebo (una sostanza inerte).

Il Professor Rhodes, che ha condotto lo studio, ha precisato che gli Omega-3 non sono un sostituto delle creme solari, ma devono essere visti come un ulteriore fattore di protezione per evitare problemi alla pelle dovuti all'esposizione solare.

Fonte: :
Anne-MarieBlacker
(A-M B-Well Inc.)
Fonte in inglese: The American Journal of Clinical Nutrition
Le malattie non ci piovono addosso dal cielo,
Sono il risultato di piccoli e quotidiani peccati che compiamo contro la Natura.
Quando si accumula una quantità sufficiente di peccati, le malattie appaiono improvvisamente.
Ippocrate.
Avatar utente
BIKER40
Honorary Member
Honorary Member
 
Messaggi: 19129
Iscritto il: 27 set 2005, 11:48
Località: Umbria

Precedente

Torna a Integratori, vitamine e proteine

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron